Un paio di giorni fa nel corso della seduta del consiglio comunale di Terni, é avvenuto uno scontro, grazie ai presenti, confinato nel verbale tra il Sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, di Alternativa popolare, e un consigliere di Fratelli d’Italia, la seduta é stata sospesa dopo l’intervento della polizia municipale che é riuscita a separare i due contendenti, scontro causato dal Sindaco che contrariato dall’atteggiamento del consigliere gli si é scagliato contro.

Sui social pare che il sindaco abbia poi caricato un video che ha destato molto malumore, soprattutto da parte di Giovanni Gravili, Presidente dell’Associazione Nodi D’amore, il quale non ha affatto tollerato le modalità con cui il sindaco ha deciso di riprendersi.

Infatti, sembra imitare una persona con problemi nella comunicazione, si capisce poco o nulla dalle sue parole, e fa molti gesti con la bocca.

Gravili, é intervenuto immediatamente in nome dell’Associazione di cui é Presidente, definendo ‘Vergognosa una performance di tal portata, un’offesa nei confronti di quanti per le più svariate disabilità non riescono a comunicare in modo lineare. E lo ha fatto, con maestria, tant’é che inizialmente quando ho visto il video pensavo davvero fosse un signore con dei problemi, poi ho compreso che non era una persona ‘X’ ma il Sindaco di Terni che scherniva i colleghi e la seduta appena terminata agendo in questi termini. Se già era vergognosa la scena che si é dovuta assistere in consiglio Comunale, questa é davvero ai limiti del paradosso. Cosa voleva dimostrare il Sindaco imitando una persona con problemi? Che i consiglieri con cui si é rapportato al mattino hanno dei deficit ed é per questo che si é arrivati allo scontro o che avrebbe potuto, se non fossero intervenuti gli agenti, ridurlo così?

Qualunque fosse la logica dietro a questo gesto, come Presidente di un’associazione che tutela le disabilità e si fa portavoce delle ingiustizie, non posso in alcun modo tollerare questo scempio. Il Sindaco, dovrebbe giusto per la carica che ancora ricopre, quanto meno chiedere pubblicamente scusa per il video indegno girato e poi dimettersi, non é tollerabile che una persona che debba rappresentare i cittadini vada a prendere in giro una categoria degli stessi. A mio avviso deve solo vergognarsi!!

A cura di Erica Venditti

Ufficio Stampa ‘Associazione i Nodi d’Amore’

Di Erica Venditti

Erica Venditti, Classe 1981, giornalista pubblicista dal 2015. Ho conseguito in aprile 2012 il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino. Sono cofondatrice del sito internet www.pensionipertutti.it sul quale mi occupo quotidianamente di previdenza.