Ridurre l’uso dei contanti, Proietti: giusto, ottima soluzione

In questi giorni si é acceso un dibattito notevole su favorevoli e contrari rispetto al nuovo limite sull’uso del contante. Ricordiamo infatti che dal prossimo 1 luglio, procedendo secondo il meccanismo di gradualità che porterà il limite a scendere ulteriormente nel 2022, la soglia scenderà dagli attuali 3 mila ai 2 mila. Alcuni esperti, politici e sindacalisti ritengono questa possa essere l’occasione giusta per valorizzare i pagamenti elettronici e riuscire finalmente nella lotta all’evasione fiscale grazie alla tracciabilità, per altri invece il dubbio é che l’eccessivo controllo porti ad una maggiore contrazione dei consumi, in un periodo già piuttosto provato dal Coronavirus.

Limite al contante, cosa prevede la legge?

La legge 157 del 2019 all’articolo 18 prevede l’entrata in vigore di questa sostanziale modifica che avverrà in due tranche distinte: la prima con avvio dal primo luglio di quest’anno ed in vigore fino alla fine del 2021, l’altra seguirà a partire dal 1 gennaio 2022.A partire dal 1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 il limite massimo di contante scenderà dagli attuali 3000 euro a 2 mila, il limite verrà applicato su qualsiasi cessione di denaro contante, che dal 1/7/2020 qualora superasse i 2 mila euro dovrà avvenire in modo tracciabile.

Per Domenico Proietti segretario confederale della Uil é finalmente un’occasione per l’Italia per superare gli errori del passato e valorizzare ora più che mai i pagamenti digitali. Vi é da dire che le restrizioni imposte dal Covid 19 già hanno e di molto aiutato il processo in tal senso. In quanto moltissimi nella fase di lockdown hanno fatto acquisti online pagando di conseguenza senza contanti. Anche ora l’utilizzo delle carte e di molto consigliato per evitare il passaggio di soldi da una mano all’altra. il segretario confederale della Uil si é espresso molto favorevolmente sulla spinta che il limite al contante dovrebbe avere nei confronti del contrasto all’evasione fiscale. Eccovi le sue parole.

Ridurre uso dei contanti, Proietti: é un’ottima soluzione

Ridurre l’uso dei contanti, a beneficio dei pagamenti elettronici, rappresenta un’ottima soluzione sia per contrastare l’economia sommersa e l’evasione fiscale, fenomeni odiosissimi, che minano le basi democratiche della nostra società, che per assicurare progresso al Paese“.

Il segretario confederale dell’Unione italiana del Lavoro in merito alle dichiarazioni del premier Giuseppe Conte agli Stati generali dell’Economia, sul passaggio ai pagamenti digitali ha asserito: “La situazione di crisi economica che stiamo vivendo deve rappresentare un’occasione per l’Italia, per superare gli errori del passato e per raggiungere nuovi obiettivi ambiziosi di democrazia ed equità”.

Voi cosa ne pensate delle parole di Proietti? Fatecelo sapere nell’apposita sezione del sito dedicata ai commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *