dav

Nei giorni scorsi mi ha fatto molto piacere leggere sui profili social della palestra GimFIVE un post in cui veniva ripreso un mio articolo in cui parlavo dell’importanza del gioco e di restare bambini anche da adulti, rilanciato in questo modo: ‘Un articolo della giornalista Erica Venditti ci ha particolarmente colpito e che condividiamo sull’importanza del gioco. Proprio sul gioco che è un elemento insito in GimFIVE e che esprimiamo da anni con mille sfaccettature, stiamo organizzando qualcosa di grandioso e mai visto prma nel mondo del fitness. Continua a seguirci presto grandi novità”.

Ho avuto modo di conoscere le palestre GimFIVE nel periodo del Covid19, quando le restrizioni non hanno fermato la grinta del Presidente e dei più stretti collaboratori che hanno deciso di tenere aperto ugualmente per salvaguardare il lavoro dei propri collaboratori rispettando tutte le norme igieniche del caso, e devo dire che in questa frase è davvero nascosta l’essenza dell’azienda che continuo a seguire. In questi mesi ho avuto modo di comprendere quanto il gioco sia davvero importante anche solo quando si intende lanciare un’offerta o una promozione in particolari mesi dell’anno. Stefano Gambaccini, Presidente ed ideatore del noto marchio low cost riconosciuto come il fitness più conveniente d’Europa, in questo è un maestro.

Nel tempo seguendoli sui profili social ho avuto la fortuna di assistere a prevendite in cui era presente la  ‘ruota della fortuna’ in cui è stato possibile vincere anche un intero anno di palestra per i clienti che si erano approcciati a fare l’iscrizione, ricordo ancora l’intervista fatta ad uno dei fortunati, Barbato Vincenzo, un modo goliardico per avvicinare i nuovi tesserati al mondo GimFIVE, ho avuto modo di osservare le varie campagne di Pasqua e di Natale, ove i responsabili di palestra facevano gli auguri e regalavano colombine e panettoni vestiti da pulcino o coniglietto pasquale o ancora da Babbo Natale.

Insomma l’allegria e l’originalità in GimFIVE non mancano di certo, l’azienda è composta prevalentemente da ragazzi giovani e da responsabili che hanno ancora una gran voglia di mettersi in gioco, per crescere ma soprattutto per far divertire i propri tesserati con iniziative spiritose che ovviamente hanno lo scopo di far conoscere sempre più le strutture, ormai ben 14, dislocate tra Emilia Romagna, Toscana e Umbria.

Come dicevo nell’articolo che è stato ripreso come spunto di riflessione da GimFIVE crescere restando bambini è davvero un’arte perché ci permette di continuare a guardare con occhi curiosi la vita, i bambini hanno questo pregio enorme sanno divertirsi con poco e sanno isolarsi giocando dal mondo che li circonda, sono abili meditatori così come abili a godere della felicità nelle piccole cose.

Ecco perché restare ancorati al gioco è un punto di forza dell’azienda, a lavoro dobbiamo andarci tutti, ma se riusciamo a farlo con una punta di ironia e rendendo le giornate più piacevoli e l’ambiente più ‘leggero’ è certamente meglio.

Ora cercherò di capire per voi attraverso Federico Mileni, direttore marketing, quale trovata ‘giocosa’ stanno studiando ai vertici e sarete certamente i primi a saperla, seguitemi nel prossimi articoli, cercherò di ‘spoilerarvi’ il tutto il prima possibile.

Di Erica Venditti

Erica Venditti, Classe 1981, giornalista pubblicista dal 2015. Ho conseguito in aprile 2012 il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino. Sono cofondatrice del sito internet www.pensionipertutti.it sul quale mi occupo quotidianamente di previdenza.